,

Im.patto, con le mani in terra!

I giovani del Progetto Terra Verde (gruppo di attivismo ambientale nato dall’esigenza di tanti ragazzi di confrontarsi attorno alle parole Ambiente e Sostenibilità per portare il cambiamento Green a scala locale) hanno preso parte al momento formativo organizzato da Federico Locatelli, giovane agricoltore, per un incontro a contatto diretto con una piccola realtà di agricoltura sostenibile a filiera breve.

La mattinata ha avuto come luogo d’incontro il terreno che Federico ha in uso a Cavandone, adiacente alla chiesa di paese, per conoscere da vicino il progetto su cui il giovane ha scommesso, ricavarsi uno spazio di ritrovata semplicità produttiva e riconnessione con il territorio e la biodiversità. In un primo momento il gruppo di Terra Verde ha preso parte a una spiegazione formativa legata alle proprietà del suolo, l’importanza di saper scegliere specie vegetali che si adattino al terreno di coltura e, soprattutto, come ottenere prodotti agricoli in pieno rispetto dell’ecosistema in cui si è immersi e senza danneggiarne la fauna e la flora.

Il gruppo ha preso parte ad attività manuali, sia per sperimentare alcune abitudini delle attività produttive in piccola scala, ma soprattutto per predisporre il suolo alla semina e alla raccolta di cui si stanno occupando i piccoli partecipanti dei centri estivi coinvolti nel progetto Tèra e Lagh, nutrirsi tra borghi e acque, il progetto Im.patto VCO di Nova Coop in collaborazione con le associazioni del territorio. Anche questo è stato un bel momento di scambio di conoscenze e competenze tra giovani e a favore della comunità.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *