fbpx

Sabato 24 luglio 2021 alle ore 22.00 presso il Bunker (Via Niccolò Paganini, 0/200 – Torino) va in scena lo spettacolo prodotto da Ass.Eufemia dal titolo IL PANE NUDO, ispirato al romanzo shock di Mohammed Choukri, tradotto, adattato e interpretato da Ludovico Lanni, con musiche originali di Vittoria Soggetti.

IL PANE NUDO è incentrato sulla tematica del cibo, nella sua forma più semplice, il pane, appunto.

La fame è la compagna inseparabile del protagonista, Mohamed, nato in un povero villaggio berbero del Rif, tra i monti a nord del Marocco e trasferitosi con la sua famiglia negli anni quaranta, in seguito ad una grave carestia a Tangeri. 

Mohamed, interpretato dall’attore e performer Ludovico Lanni ed accompagnato dalle musiche originali di Vittoria Soggetti, ripercorre in una narrazione cruda, asciutta e proprio per questo estremamente reale, tutta la sua vita di giovane uomo, dall’infanzia dei maltrattamenti, fino alla scoperta della sessualità e alle difficoltà dell’età adulta che lo porterà per necessità e per fame, appunto a svolgere ogni tipo di lavoro ed azione.

Ambientato negli ultimi anni della colonizzazione franco-spagnola del Marocco, il libro si conclude nel 1956, nello stesso momento in cui il Marocco ottiene l’indipendenza.

Sullo sfondo un Paese in cambiamento, inaspettato, shockante, lontano da tutto quello che oggi rappresenta l’immaginario del mondo arabo.

Lo spettacolo e la sua scena “nuda”, con solo i due artisti che narrano con parole e musica le vicende di Mohamed, sono capaci di donare una visione diversa da quella che si ha non solo del Marocco, ma anche del rapporto con il cibo, a sua volta legato con la parte più intima di tutti noi, strettamente connessa con all’affettività. 

Il tema del cibo diventa quindi un tema che avvia nello spettatore una riflessione profonda, esso unisce, parlando a tutti, valicando frontiere e muri culturali, oltre che linguistici, permettendoci di demolire i pregiudizi.

L’accesso all’evento sarà libero.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2020